SVILUPPO DELLE PERSONE IN AZIENDA CON IL FEEDBACK 360°

REFLEX 360°

Il nostro cliente è una delle principali realtà assicurative al mondo, presente in oltre 60 Paesi, con 76 mila dipendenti e 55 milioni di clienti. In una fase di particolare attenzione alla crescita e allo sviluppo delle persone che lavorano in azienda, la funzione HR sta mettendo in atto azioni mirate che puntino alla valorizzazione e condivisione delle competenze interne.

“esprimere le proprie osservazioni in maniera sincera contribuisce allo sviluppo professionale di colui che riceve il feedback

Obiettivi  ego-sostenibili 

In particolare, si vuole supportare il Top Management con una metodologia di feedback 360° che possa accrescere la consapevolezza dei comportamenti organizzativi messi in atto dalla prima linea, al fine di aumentarne ulteriormente l’efficacia. L’obiettivo è superare il timore di valutare l’altro e permettere un piano di sviluppo “ego-sostenibile” del management, con un concetto alla base molto chiaro: 

esprimere le proprie osservazioni in maniera sincera contribuisce allo sviluppo professionale di colui che riceve il feedback.

Il Progetto

Il feedback 360° si fonda sulla comunicazione di frequenza di osservazioni operate da una pluralità di attori verso colui che riceve il feedback ed è pensato, secondo l’approccio di WABI, come uno strumento orientato allo sviluppo dell’individuo e dell’organizzazione più che alla valutazione. 

Reflex 360°, lo strumento di feedback 360°, ha permesso ai componenti del management team di poter esprimere una valutazione del proprio network professionale, fornendo feedback chiari e orientati allo sviluppo reciproco.

Sulla base del modello di competenze manageriali del committente, è stato identificato il set di competenze chiave e il questionario ha avuto l’obiettivo di esplorare 5 aree: gestionale, relazionale, emotiva, cognitiva, rapporto con il cambiamento.

Ogni manager è stato poi accompagnato da un senior coach in un colloquio di sviluppo, inteso come un vero e proprio colloquio di coaching, con l’obiettivo di condividere quanto emerso nel feedback 360° e lavorare insieme alla costruzione di un piano di azione ancorato, in ottica sistemica, alla specificità del ruolo e del profilo di competenze, al contesto aziendale, e alla relazione con il proprio network professionale.